La storia del club

Il Roma Capannelle Cricket Club ha vinto nella sua storia numerose competizioni, ma il suo obiettivo non è mai stato solo quello di vincere. La squadra del Capannelle crede fermamente che la cosa fondamentale è the game - i membri vogliono giocare bene, lealmente e divertirsi.

Il Cricket fioriva a Roma negli anni 60 su un superbo campo che si affacciava sulla cupola di S. Pietro da Villa Doria Pamphili. L'ambasciata Britannica ed Australiana, la FAO, la Commonwealth War Graves Association, il Venerable English College ed il Beda College schieravano squadre che vi competevano per le Rome Ashes finchè, negli anni 70, la Villa divenne un parco pubblico.
Quando il cricket riprese a Roma su altri campi alla fine degli anni ྂ, quattro dei giocatori che disputavano gli Rome Ashes ufficialmente formarono la squadra del Doria Pamphili Cricket Club: l'Italo-srilankese Alfonso Jayarajah (poi divenuto primo Capitano della Nazionale Italiana nel 1983), l'italo-indiano Massimo Da Costa, l'australiano Desmond O'Grady ed il siriano Sam Kahale. Il Club dopo aver avuto dal Principe Doria l'uso del nome e del logo diedero vita ad una delle formazioni piu' forti che abbiano mai calcato i campi di cricket in Italia: Jayarajah, Da Costa, O'Grady, Kahale..

Nel 1983 l'ippodromo delle Capannelle di Roma fornì un campo alla squadra, all'interno dello stesso ippodromo, e così la squadra preso il nome di Roma Capannelle Cricket Club, sotto la guida di Jayarajah e Da Costa, che si sono alternati come capitani. Sotto la loro guida ed incoraggiamento, si è assistito allo sviluppo molti giocatori nostrani, come Peter Bonapace, Alberto Bet, Massimo Crisanti, Andrea Amati e Riccardo Maggio.Nel 1988 il club ha vinto tutte e quattro le competizioni organizzate dall'allora Associazione Italiana Cricket (ora Federazione Cricket Italiana), ed otto dei suoi giocatori sono stati selezionati per giocare con la nazionale. Dalla sua nascita, il Club ha vinto molti trofei, quali il Campionato Italiano (5 volte), la Coppa Italia (8 volte) ed il Trofeo Italia (5 su 7).

Nel 1989 e nel 1992 il Capannelle ha partecipato al European Club Cricket Festival a Durham (GB), finendo rispettivamente secondo e terzo nel suo girone, e citiamo dalla rivista "Cricket World" del settembre 1989 - "I villaggi della contea di Durham hanno preso a cuore i giocatori del Capannelle di Roma... la loro natura eccitabile ha creato una meravigliosa atmosfera ai campi dove hanno giocato."

I titoli nazionali vinti nel 1988, 1989 e nel 1990 dimostrano che la squadra era nettamente piu' forte di tutte le altre compagini nazionali, e quasi uno delle piu' forti d'europa, come dimostra il secondo posto alla Coppa dei Campioni di cricket a Parigi nel 1992 (sconfitti in finale, proprio dalla squadra di casa, che aveva tra le proprie fila diversi giocatori professionisti).

Gli anni novanta scorrono anche con le vittorie della squadra nella coppa Italia, torneo riservato ai soli giocatori italiani. Nell'ultima parte del decennio la Coppa cambia formula e si permette alle squadre di schierare fino ad undici giocatori stranieri.

In campionato invece l'avvento dei primi giocatori professionisti provenienti dallo Sri Lanka nelle squadre di Cesena e Pianoro rende piu' competitivo il torneo, e la squadra capitolina che comunque lotta quasi ogni anno per il titolo per poco non lo riesce mai a vincere.

Nel 1997 il Roma Capannelle inizia il proprio settore giovanile, facendo l'esordio al Campionato Nazionale Under 14. Il gruppo dopo appena due anni affronta la sua prima tourneè estera a Londra. I viaggi nella terra del cricket per le cinque estati successive, fino ad arrivare ad Under 19. Nel 2006 il nuovo gruppo dell'under 14 ha affrontato la loro prima tourneè a Londra.

Nella stagione 2000, anno di Giubileo per la citta' di Roma, il Capannelle torna ad aggiudicarsi il Campionato italiano di Serie A, quarto della storia del Club. Gli ippodromici guidati sempre da Alfonso Jayarajah, e trascinati da Bet, Bonapace, Da Costa, Zito e ai Neo Zelandesi Micheal Deane e Phil Chandler,insieme a Benini, Cheyne, Iorio, Leotta, Mehmood e Weerasinghe hanno dominato l'intero campionato di cricket e poi nelle tre finali contro il Trentino hanno chiuso la pratica scudetto senza alcun affanno.

Nel frattempo intanto i risultati degli investimenti nel settore giovanile iniziano a dare i propri frutti. Il Roma Capannelle juniores inizia un ciclio incredibile che gli permette di vincere gli Under 13 (99 - 01), Under 15 (03-04), Under 17 (04), Under 19 (05).

Nella stagione 2007 il Club ha vinto il titolo nazionale Under 13, e mentre la prima squdra ha centrato per la terza stagione consecutiva l'arrivo nella final four di coppa Italia purtroppo in Serie A, arrivati a pari punti contro i rivali storici del Pianoro a causa dello scontro diretto abbiamo perso lo scudetto.

Al termine invece della Stagione 2009, il Roma Capannelle ha portato a casa due trionfi: la vittoria dell'Under 17 e la vittoria della Serie A femminile. La nuova sezione del Club, e' nata nel 2008 e in poco piu' di un anno e mezzo ha formato oltre 20 giocatrici che hanno dato vita alla formazione che ha vinto il titolo nazionale. La squadra maschile, invece ha perso la finale della serie A, ed è arrivata nuovamente nella final four di Coppa Italia.

Anche nella stagione 2010 la squadra femminile si conferma Campione d'Italia vincendo nuovamente in finale contro le milanesi del Kingsgrove

Il club con il passare degli anni diventa sempre piu' strutturato, e come fa l'ippodromo stesso "aggiunge" al proprio nome Roma, divenendo Roma Capannelle Cricket Club, e cambia il propio campo di gioco, anche se sempre ospiti all'interno dell'Ippodromo si sposta dal centro delle piste ai pressi dell'ingresso dalla Stazione di Capannelle, delimitando con una rete una l'area da gioco fa installare dalla ditta inglese Notts Sports UK (omologata dalla ECB - Federazione Inglese di Cricket) un Pitch da gioco, che insieme all'ampie dimensioni del campo (oltre 80 metri di raggio in un punto), del sistema automatico di irrigazione e quindi di un ottimo prato da gioco rende il Roma Capannelle Cricket Ground uno dei migliori campi d'Italia, oltre che l'unico campo da cricket internazionale a Roma!

Strutturandosi il club, oltre alle diverse sezioni giovanile, e alla squadra femminile ha aumentato l'attivita' seniores, con l'aggiunta del 2nd XI, ossia la seconda squadra, che include giocatori con meno esperienza, giovani e meno giovani e giocatori ai margini della squadra di Serie A. L'anno 2006 ha visto per la prima volta la squadra Over 40, giocare contro una squadra inglese in tour a Roma.

Bisogna invece aspettare 13 anni perche il titolo assoluto maschile torni nella Capitale d'Italia. Infatti nella stagione 2013 la squadra ormai capitanata dal figlio d'arte Leandro Jayarajah domina e vince la Serie A. La squadra con un solo giocatore in finale della stagione 2000, il sempre verde Max Da Costa (autore dell'eliminazione del giocatore chiave) con molti volti nuovi tra cui i prodotti del settore giovanile come Morettini, Scalco, Piperno, Barca, Ghulam, e Kekulawala, gli oriundi italiano/australiani Sandri, Petricola, gli sri lankesi Suresh, Shown, Sidath, gli indiani Jayanikaram e Singh, i pakistani Ghulam e Ahmed, il bengalese Amir e il neo zelandese Bates.

© Roma Capannelle Cricket Club 2017 - Tutti i diritti riservati. Another smart site by Peter Bonapace & Leandro M Jayarajah
Per maggiori informazioni: info@rccc.it, oppure contattaci online Risoluzione minima: 1024x768x16 milioni di colori