Il cricket: come si gioca

Il cricket si gioca tra due squadre di 11 giocatori ciascuna, in un campo spesso di dimensioni maggiori di uno da calcio, per lo più ovale o rettangolare. Non esistono infatti regole precise su quanto debba essere lungo o largo il terreno di gioco e così si sfrutta al massimo lo spazio disponibile.

Nel cricket lo scopo è di segnare dei punti battendo la palla con una mazza il più lontano possibile e correndo, prima che la palla venga recuperata, tra due punti prestabiliti. La zona dove si corre, posta al centro del campo, si chiama pitch; alle due estremità, a circa 21 metri di distanza, sono piazzati due gruppi di paletti, gli stumps, chiamati wickets.
L'azione di gioco avviene in questo modo: una squadra, formata da lanciatore, wicket-keeper e 9 fielder, attacca e cerca di eliminare tutti i battitori della squadra avversaria. L'altra squadra è rappresentata in campo da due battitori, uno per wicket, che quando vengono eliminati sono di volta in volta sostituiti dai compagni, fino alla loro completa eliminazione.


Fig. 1 - Il campo di cricket e possibili posizioni dei giocatori

I ruoli fondamentali del cricket sono dunque quattro: lanciatore (bowler), battitore (batsman), ricevitore (wicket-keeper) e fielder (tutti gli altri).

  • Il lanciatore deve lanciare a braccio teso e cerca di colpire il wicket;
  • Il battitore deve difendere il wicket fermando o ribattendo la palla con la mazza; se giudica il lancio fuori dal wicket può anche decidere di non colpire;
  • Il wicket-keeper è posto dietro il wicket e ferma le palle che il battitore non ha colpito; è l'unico ad indossare dei guanti di protezione;
  • I fielders, sparsi per tutto il campo (secondo lo schema in fig. 1), raccolgono la palla colpita dal battitore e la rilanciano al wicket al più presto.

Ogni serie di 6 lanci, chiamata over, si cambia lanciatore e direzione di lancio, da un wicket all'altro e viceversa.


Fig. 2 - Il wicket

Il battitore può essere eliminato dalla squadra avversaria nei seguenti modi:

  • Bowled: la palla scagliata dal lanciatore abbatte direttamente il wicket (fa cadere almeno uno dei due bails);
  • Caught: una volta battuta, la palla viene raccolta al volo da un fielder;
  • L.B.W. - Leg Before Wicket: il battitore ferma con una gamba una palla, scagliata dal lanciatore, diretta sicuramente sul wicket;
  • Run out: il wicket viene abbattuto con il battitore fuori della sua base, delimitata vicino al wicket e chiamata crease;
  • Stumped: il wicket viene abbattuto dal wicket-keeper con il battitore fuori della sua base, senza che nessun altro fielder abbia toccato la palla;
  • Handled the ball: il battitore tocca volontariamente la palla in gioco con la mano;
  • Hit the ball twice: il battitore colpisce volontariamente più di una volta la palla in gioco (può tuttavia fermare la palla precedentemente colpita se reputa che potrebbe colpire il wicket);
  • Obstructing the field: il battitore ostacola volontariamente un fielder che cerca di recuperare la palla;
  • Hit wicket: il wicket viene abbattuto inavvertitamente dal battitore;
  • Timed out: dopo un'eliminazione, il nuovo battitore impiega più di tre minuti per essere pronto a ricevere, o a far ricevere dal suo compagno di battuta, un nuovo lancio.

Quando tutti i battitori sono eliminati finisce il primo turno di battuta e, dopo l'intervallo, le squadre riprendono il campo a ruoli invertiti: chi prima attaccava ora difende e viceversa.
Il battitore, benché debba cercare di non essere eliminato, può segnare punti in tre modi:

  • scambiandosi il posto con il compagno di squadra da una base all'altra quando la palla è sufficientemente lontana dal wicket, perché battuta da lui o perché sfuggita al wicket-keeper; ogni corsa vale 1 punto;
  • battendo fuori campo la palla, con questa che tocca prima il terreno di gioco: 4 punti;
  • battendo direttamente fuori campo la palla: 6 punti.

Non c'è limitazione al numero di lanci che un battitore può ricevere. Egli può, quindi, attaccare e colpire con veemenza solo palle che giudica meno pericolose e limitarsi a fermare con la mazza le più insidiose oppure, se ritiene la palla non diretta sul wicket, lasciarla passare senza colpirla.
Le partite possono essere di uno o due innings per squadra, e a numero di overs limitati o a tempo.
Vince chi realizza più punti.

© Roma Capannelle Cricket Club 2017 - Tutti i diritti riservati. Another smart site by Peter Bonapace & Leandro M Jayarajah
Per maggiori informazioni: info@rccc.it, oppure contattaci online Risoluzione minima: 1024x768x16 milioni di colori